Alto Adige

Neve frena lavoro nei boschi martoriati

Sul Latemar, una delle zone dell'Alto Adige più colpite dal maltempo di fine ottobre, sono stati distrutti dal vento circa 160 ettari di alberi e ne sono rimasti sul terreno circa 120.000 metri cubi. "Abbiamo tra i 70 ed 80 centimetri di neve ed è quindi molto difficile lavorare, oltre che pericoloso. Stiamo utilizzando macchine molto grandi che ci permettono di lavorare in sicurezza, evitando, almeno per il momento, di lavorare con i boscaioli. Sarebbe troppo pericoloso", spiega Bernd Pardeller, forestale responsabile della zona. "Fino alla settimana scorsa - aggiunge Josef Schmiedhofer, direttore del demanio provinciale - siamo riusciti a recuperare dagli 800 ai 1000 metri cubi di legname al giorno. Purtroppo l'arrivo della neve ci ha rallentato. Speriamo comunque di riuscire a portare a valle la maggior parte dei tronchi per il mese di luglio e poi di riuscire ad intervenire successivamente con la piantumazione naturale. Sempre che non ci sia troppa selvaggina in giro che ci mangia le piante".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie